La vera storia di Antonio e Cleopatra: tra verità e leggenda

Nel mio ultimo blogpost ho parlato della incredibilmente tragica love story tra Abelardo ed Eloisa…e ci ho preso talmente tanto gusto che ho deciso di continuare su questa via! E quando si tratta di amori leggendari è quasi impossibile non citare due personaggi realmente esistiti che sono passati alla storia…ladies and gentlemen ecco a voi la vera storia di Antonio e Cleopatra!!!

Ovviamente mi sono documentata e ho scoperto dettagli moooolto interessanti, alcuni anche “simpatici”, e soprattutto delle bufale gigantesche!

C’è da dire che di base anche questa è stata una bella e intensa storia d’amore, abbastanza rocambolesca e sfigata…beh, non tanto quanto quella di Abelardo ed Eloisa! Sfido chiunque a superare le loro disgrazie!

Bando alle ciance, cominciamo.

La vera storia di Antonio e Cleopatra ovvero bufala numero 1: altro che Elizabeth Taylor!

Se anche voi avete visto il colossal cinematografico dedicato a questo argomento, probabilmente  quando si nomina Cleopatra visualizzate immediatamente gli occhi bistrati di Liz Taylor, i suoi capelli corvini e il suo fisico sinuoso. Ebbene, cancellate questa immagine. Pare che la bellissima regina egiziana non fosse né egiziana né tanto meno bellissima!

Carramba!

A detta degli storici Cleopatra era in realtà originaria della Macedonia e non possedeva tutta questa straordinaria bellezza. I ritratti pervenuti e le fonti dimostrano che fosse parecchio “mascelluta” (tipo Ridge di Beautiful, per intenderci) e avesse il naso acquilino (un modo gentile per dire che avrebbe avuto urgentemente bisogno di una rinoplastica).

la-vera-storia-di-Antonio-e-Cleopatra

Quindi, ricapitolando:

A) la ragazza era egiziana tanto quanto io sono giapponese

B) non era bella, diciamo che era un “tipo”

In ogni caso, la Cleo non sarà stata una strafiga ma aveva fascino da vendere. Sempre secondo gli storici la ragazza ne sapeva troppo, e di tutto. Arte, musica, politica, trucco e parrucco…insomma, poteva conversare amabilmente di qualsiasi tema, incantando gli astanti col suo elegante eloquio. Tutte queste mirabili doti avevano presa in particolare sui maschietti dell’epoca, tant’è che la fanciulla poteva vantare un discreto successo con gli uomini. Infatti…

La vera storia di Antonio e Cleopatra ovvero bufala n.2: pensavo fosse amore invece era Cesare

…infatti Cleopatra annovera tra le sue conquiste, oltre al già citato Antonio, nientepopodimeno che Giulio Cesare. Cioè, sarebbe come irretire oggi un Donald Trump o un Silvio Berlusconi, per capirci. Cesare era un conquistatore, un uomo importante, ricco e a quanto pare anche figo. L’incontro tra lui e la Cleo è una roba che nemmeno negli Harmony più fantasiosi riuscireste a trovare. In pratica la ragazza, per prenderlo in contropiede e lasciarlo di stucco, si fa avvolgere in un… tappeto. Uno dei suoi servi trasporta questo maxi-involtino primavera al cospetto di Cesare e glielo srotola davanti agli occhi, come nella pubblicità della Scottex.

Non so a voi, ma a me questa sembra una genialata. Fino ad oggi il massimo della fantasia a cui arrivavo era uscire da una torta. D’ora in poi ho deciso: mi comprerò un tappeto e mi srotolerò davanti ai ragazzi che voglio cuccare. Grazie Cleo!

In realtà a quanto sembra la storia tra Cleopatra e Cesare è più che altro un’alleanza politica, consacrata dalla nascita di un figlio, chiamato Cesarione (che fantasia,eh?). La regina è piuttosto determinata e usa il suo fascino come arma per ottenere ciò a cui maggiormente aspira: il potere. Dopo l’improvvisa morte di Cesare si ritrova quindi a punto e a capo: le serve un potente alleato per il suo regno. Ed ecco quindi…

La vera storia di Antonio e Cleopatra, ovvero bufala n.3: la tamarraggine di Antonio

…ed ecco quindi che arriva Antonio, coraggioso condottiero romano. Altra bufala da sottolineare e smentire: nei secoli è stata tramandata un’immagine dell’uomo abbastanza fasulla; grande avvenenza fisica, virilità, sex appeal, cultura…beh, era un figo, questo si, ma in quanto al resto lasciava un po’ a desiderare. Gli storici lo descrivono in sostanza come un gran tamarro,  un ragazzotto semplice e anche un po’ volgare, dai modi bruschi e per la maggior parte del tempo sbronzo.

La raffinata Cleopatra ci mette forse tre secondi a colpirlo e affondarlo. Fatto sta che poi la loro storia diviene importante e forse davvero fu amore, oltre che strategia politica. L’unione sfocia in matrimonio e nascono tre figli. Ma la sfiga stava per abbattersi sulla coppia del secolo. In breve i due soccombono agli attacchi di Roma e, come tutti sanno, si suicidano.

Attenzione!

Anche in questo caso ulteriore bufala! Non si sono romanticamente suicidati insieme! Antonio, un po’ impanicato per la situazione, si trafigge con la spada. Cleopatra si conferma ancora una volta fine stratega e tenta con ogni mezzo di aggrapparsi alla vita, cercando di sedurre l’acerrimo nemico Ottaviano. Tentativo vano…non le resta che la morte, ma in grande stile, da vera regina qual è.

Cleopatra si veste e trucca di tutto punto, si ingioiella a dovere e si rinchiude nel mausoleo di famiglia. Qui si fa mordere da un serpente velenoso e muore, non senza prima ordinare di essere seppellita accanto al marito, Antonio.

Beh, più che una storia d’amore a me sembra la storia di una donna con i controcoglioni, come si dice in gergo. Tanto di cappello a Cleopatra, alla sua intelligenza, alla sua non-bellezza e soprattutto al suo coraggio!

Vi lascio col bellissimo ritratto di questa donna: l’autore è uno storico greco, Plutarco, che ha saputo descriverla come nessun altro:

“A quanto dicono la sua bellezza in sé non era del tutto incomparabile né tale da colpire chi la guardava; ma la sua conversazione aveva un fascino irresistibile, e da un lato il suo aspetto, insieme alla seduzione della parola, dall’altro il carattere, che pervadeva contemporaneamente i suoi colloqui, erano un pungiglione penetrante. Dolce era il suono della sua voce quando parlava; la lingua, come uno strumento musicale dalle molte corde, la piegava facilmente all’idioma che voleva usare.”

 

 

 

5 pensieri su “La vera storia di Antonio e Cleopatra: tra verità e leggenda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...