Come diventare ricche ovvero come scrivere un romanzo erotico in 3 semplici mosse

Ciao a tutte! Oggi ho avuto una illuminazione e la voglio assolutamente condividere con voi. Ho capito come diventare ricche: basta buttarsi sul genere “letterario” che ultimamente va per la maggiore, ovvero quello erotico.

Il best seller di E.L. James, cioè la trilogia “Cinquanta sfumature”, ha fatto storia: 125 milioni di copie vendute, 2 film ispirati alla saga e il terzo appena uscito al cinema. La ragazza ha avuto l’occhio lungo! Al di là del valore intrinseco dell’opera e di quanto possa piacere o meno, bisogna ammettere che l’idea alla base ha funzionato alla grande: creare una storia d’amore tanto improbabile quanto turbolenta e appassionata da coinvolgere e far sognare il pubblico femminile medio di mezzo mondo.

Personalmente ho letto solo il primo dei 3 libri, non senza una certa fatica, ma con un atteggiamento di curiosità che mi ha spinto a chiedermi il perché di un successo così strabiliante. La trama in sé non è poi male: un uomo problematico dai gusti sessuali “estremi” si innamora di una ragazza molto diversa da lui, soprattutto in merito alle aspettative erotiche. Certo poi il tutto viene sviluppato in una serie di terribili cliché  che danno luogo a vicende assurde e ridicole, talmente lontane dalla realtà da infastidire, e non poco.

Sulla falsariga del romanzo della James sono seguite poi altre trilogie, quatrilogie e quintologie scritte da altrettante ragazze furbissime, che hanno ottenuto un discreto successo e racimolato un bel po’ di denaro sonante: A nudo per te, Perfetta per te, Contratto finale e via dicendo. Mi sono risparmiata queste edificanti letture ma ho dato una scorsa alle trame per farmi un’idea su come procedere dritta verso il mio obiettivo, cioè

Come diventare ricche ovvero come scrivere un romanzo erotico in 3 semplici mosse

Mossa n.1

Inventare il personaggio principale maschile in base ai criteri dell’impossibile e dell’incredibilmente fastidioso.

Importantissima questa fase iniziale, specialmente il tratteggiamento del protagonista, che deve essere un esemplare di maschio Alfa dominante.

Caratteristiche principali e necessarie:

Capelli medio-lunghi. Infatti nei romanzi erotici non sono tollerati i pelati, i poveracci con i capelli radi o  con semplici tagli corti. Motivo? Durante le sessioni erotiche la protagonista femminile deve poter aggrapparsi alla folta e setosa chioma del suo lui e tirare, tirare tirare come se dovesse strappargliela in più punti per poi farci delle extensions.

Occhi possibilmente grigi o blu o di una qualche tonalità d’azzurro molto, molto intensa. Le iridi scure hanno un certo fascino, ma sono più utilizzate nelle storie che si svolgono in Spagna o in paesi latino-americani. In tutto il resto del mondo vanno i colori chiari. Per capirci, se non stiamo scrivendo la versione porno di Zorro lasciamo perdere gli occhi marroni o neri.

Indispensabile il fisico statuario: il protagonista deve essere palestrato al punto giusto, non depilato ma nemmeno eccessivamente peloso, con bicipiti dotati di vene in risalto, gambe sode e scattanti e glutei da urlo. Avete mai visto il film Thor? Il fisico di Chris Hemsworth rende l’idea; metteteci qualche pelo in più e il gioco è fatto.

Molto importante il nome di battesimo che sceglierete per questo armadio vivente. Togliamoci dalla testa i semplici Philip, Thomas, Frank, Jack e simili: troppo banali. Sarà sufficiente guardare qualche puntata di Uomini e Donne di Maria De Filippi e ispirarsi ai tronisti: Ruggero, Costantino, Manfredi, insomma; l’importante è che suonino ridicoli e autoritari al tempo stesso. Una volta che troverete il nome cercate il corrispondente in inglese e il gioco è fatto.

Carattere: anche in questo caso sfoderiamo tutti i luoghi comuni di cui siamo a conoscenza o ricordiamoci Dylan in Beverly Hills 90210, quindi: passato oscuro, infanzia infelice con probabili violenze subite da bambino, personalità arrogante e presuntuosa, grande sicurezza e autostima (ma solo apparente), strafottenza congenita e soprattutto una vagonata di soldi. A palate. Del genere che cammini per strada, vedi un palazzo brutto e te lo compri solo per il gusto di poterlo radere al suolo.

Mossa n. 2.

Inventare una protagonista femminile basandovi su tutto ciò che non vorreste essere (a parte il fatto che sarà magra, ovviamente).

Capelli lunghi, per la medesima ragione di cui parlavo poco fa (vedi mossa n. 1).

Occhi chiari o scuri, è indifferente, ma meglio se sono azzurrini o verde smeraldo; a meno che la lei in questione non sia una specie di Jennifer Lopez all’ennesima potenza. In quel caso iridi nero carbone o color caffè (mai scrivere marroni, fa troppa tristezza).

Fisico snello e longilineo, ma non eccessivamente magro. Tette sode che rientrino in una terza o in una seconda abbondante. Gambe toniche, zero pancetta e cellulite mai sentita nominare.

Carattere: scarsissima autostima derivata da situazione familiare complicata, con genitori separati, madri bipolari, padri defunti, scarsa o moderata esperienza sessuale, ingenuità e basso livello di intelligenza , tendenza a fidarsi di chiunque e facilità al pianto dirotto.

Mossa n. 3

Articolare una trama avvincente e super-emozionante, ricca di colpi di scena continui e di trombate epiche

Ecco a grandi linee la storia tipo: i 2 protagonisti devono incontrarsi casualmente, se possibile dopo una rovinosa caduta per terra della lei di turno, vestita di merda e pettinata anche peggio. Lui rimane affascinato dalla sbadataggine della ragazza e dalla sua folgorante bellezza, nonostante non abbia un filo di trucco e non indossi minigonne e tacchi a spillo. Se una cosa del genere fosse lontanamente probabile a quest’ora dovrei aver collezionato una serie illimitata di conquiste, data l’impressionante quantità di volte che sono inciampata con addosso una stupida tuta da casa.

Va beh.

Una volta scattato il colpo di fulmine partono le contrattazioni. Lui non ha intenzione di intraprendere relazioni serie oppure non manifesta chiaramente le sue intenzioni future. L’unica cosa che fa capire in modo netto e irreprensibile è che vuole trombare. Forte. Comincia quindi la parte pornografica del romanzo, ricca di descrizioni su rapporti sessuali che hanno del fantascientifico: orgasmi simultanei e multipli, organi intimi abnormi, prestazioni lunghissime e variegate, amplessi in ogni dove, dalla cabina della doccia agli ascensori, dai corridoi del supermercato agli angoli bui dei viottoli cittadini. Tra una trombata e l’altra bisogna inserire qualche personaggio di contorno: un/a miglior/e amico/a bellissimo/a, un ex fidanzato/a che ritorna all’attacco, un nuovo pretendente, qualcuno che vuole stuprare o rapire lei e via dicendo. Una sorta di Promessi Sposi a luci rosse, insomma.

L’happy end è decisivo. Matrimonio, convivenza, figli, quello che volete: l’importante è che la love story si concluda felicemente, come nelle migliori favole.

Facile, no? 

Ora anche voi sapete come diventare ricche.

Calme, carissime, mi ringrazierete più avanti. Ora cominciate a scrivere! In alternativa ho pensato ad un piano B: organizzare un viaggio di gruppo a New York, vestirci in modo indecente, evitare qualsivoglia traccia di make up e inciampare ripetutamente lungo le vie di Manhattan. Non si sa mai.

Che ne pensate?

Io scrivo, va, che è meglio.

10 pensieri su “Come diventare ricche ovvero come scrivere un romanzo erotico in 3 semplici mosse

  1. Mi hai dato un’idea… Voglio scrivere un romanzo erotico ma stravolgendo il genere. Lui basso e stempiato, lei con le smagliature e la pancetta, si incontrano al supermercato ed essendo simili e sfigati si accoppiano ripetutamente traendone comunque soddisfazione visto che almeno il sesso non è prerogativa dei belli e ricchi 😀

    Liked by 1 persona

  2. Non ho letto la famosissima trilogia di cui parli, anche se ne sono ovviamente a conoscenza!
    Personalmente mi è piaciuta la trilogia, un po’ meno conosciuta, Incontri Proibiti che – nei limiti dell’inverosimile – mi è sembrata la più “verosimile”. La storia non è affatto banale, anzi è scritta e sviluppata con colpi di scena e con un taglio particolare.
    Di certo, si fa leggere bene e piacevolmente… detto da me che non leggo assolutamente libri che esulino la sfera lavorativa… per cui te lo consiglio.
    Magari, chissà, ci trovi davvero qualche spunto per scrivere il tuo libro e diventare famosa… ti dirò, fossi in te ci farei davvero un pensierino… sappiamo che anche le parodie vanno forte e tu hai quel tratto ironico che davvero potrebbe essere la chiave del successo.
    Chissà, tentar non nuoce… 😉 in bocca al lupo!

    Liked by 1 persona

  3. Ciao Consolata! Non conosco la trilogia di cui parli ma mi informerò! Per il resto in effetti stavo pensando seriamente di scrivere una parodia, devo solo cominciare! E se divento ricca andiamo tutte a New York (pago io 😅)

    Mi piace

  4. ahahha al punto della “storia tipo” sono morta dal ridere…calcola che ho visto il film (non me la sono sentita assolutamente di leggere neanche mezzo libro) solo perchè ho letto in una recensione che lui le dice ” io scopo.Forte.”.ma chi cavolo li scrive i dialoghi?!? e niente, il film l’ho visto fino a quella scena, poi ho dovuto stoppare.

    Liked by 1 persona

  5. Ahahahahahaha! Non ho capito cosa non va nella versione porno di Zorro… Ha anche il cavallo che potrebbe essere inserito tra i personaggi secondari invece dell’ex fidanzato.
    Sono d’accordo invece sui nomi suggeriti per il protagonista maschile 😂

    Liked by 1 persona

  6. Bellissimo articolo! Non ho mai letto la famosissima trilogia né visto i film, ma in compenso ho letto e visto tantissime recensioni, più che altro per una passione verso il trash.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...