Uccelli di Rovo, ovvero l’insostenibile pesantezza di Padre Ralph

Uccelli di Rovo: che mi dite, ragazze, lo avete letto tutte quante?

Beh, se non lo avete letto di sicuro avrete visto il film, una fiction a puntate risalente al lontano 1983, interpretata dai bellissimi e affascinantissimi Richard Chamberlain (Padre Ralph) e Rachel Ward (Maggie Cleary).

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

Il romanzo è stato scritto da una certa Colleen Mc Cullough, della quale nulla so a parte il fatto che ha dato vita alla più coinvolgente storia d’amore proibito per eccellenza: quella tra una una semplice ragazzotta di campagna e un prete che di “pretesco” (o se non altro quello che nell’immaginario comune si intenderebbe per “pretesco”) aveva ben poco.

Ed è quindi per colpa di Uccelli di Rovo che tutte noi almeno una volta nella vita siamo entrate in chiesa e abbiamo sperato di incontrare, al posto del solito prete grassoccio, stempiato e over 65, un seducente sconosciuto in tonaca sui 35/40 anni, dalla voce flautata e dal capello fluente, che potesse farci sognare un remake in salsa nostrana del celebre romanzo/film: non proprio Uccelli di Rovo ma, che so, Piccioni sui Cespugli, o qualcosa del genere.

Questo fino ai 16 anni, per quanto mi riguarda, dopodiché ho smesso di frequentare la chiesa e di essere cattolica in particolare e religiosa in generale, per tantissimi motivi che di certo non starò ad elencare. Tuttavia, le rare volte che mi capita di incrociare per strada un prete giovane e belloccio, il mio pensiero corre subito a Padre Ralph e immediatamente visualizzo gli eleganti lineamenti e gli altissimi zigomi di Richard Chamberlain.

Ebbene, ora che siamo entrate nel vivo dell’argomento possiamo passare al livello successivo, ossia ripercorrere una delle più coinvolgenti storie d’amore proibito della letteratura rosa:

Uccelli di Rovo, ovvero l’insostenibile pesantezza di padre Ralph

Per fare ciò mi baserò sia sulle mie abbastanza scarse reminiscenze del romanzo, che ho letto secoli fa, sia sulla trasposizione televisiva, che ricordo piuttosto fedele al libro.

La vicenda è ambientata in Australia, nel piccolo villaggio di Gillanbone, dove risiede Mary Carson, una vecchia zitella ricca sfondata e proprietaria di una fattoria denominata Drogheda. La signora in questione, nonostante l’età ormai avanzata, si è presa una bella cotta per l’altrettanto bel pastore che pastorizza in zona: Padre Ralph De Bricassart, di origini irlandesi, descritto come un giovane aitante e incredibilmente ambizioso.

Le cose si complicano con l’arrivo in Australia del fratello povero di Mary, Paddy Cleary, che si porta dietro la rispettiva moglie e una vagonata di figli, tra i quali spicca la piccola Meggie, bambina deliziosa di appena 9 anni. Padre Ralph ha tipo 18 anni in più, e inizialmente si affeziona alla ragazzina in un modo quasi paterno. Poi la ragazzina diventa una donna strafiga e l’affezione paterna si trasforma magicamente in affezione suina, da ambo le parti.

La signora Carson sente puzza di bruciato, e dato che non può competere con la ragazza dal punto di vista fisico, decide di batterla con un’arma infallibile: il vile denaro.

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

Difatti, poco prima di schiattare, nel corso di una grande festa all’interno della sua tenuta, dice a Ralph di avergli lasciato in eredità un sostanzioso gruzzoletto, spiegando senza mezzi termini che lo fa perché in tal modo, non sapendo resistere al fascino dei soldi, scaricherà Maggie in due secondi e mezzo. Poi esprime l’ultimo desiderio, cioè una pomiciata di quelle all’antica, ma il prete, schifatissimo, ringrazia per il dinero, rifiuta cortesemente di limonare e torna al party.

Qui fa la sua apparizione Maggie, con un effetto simile a quello ottenuto nel cartone animato di Georgie, dove quest’ultima viene disegnata per tipo 100 puntate come una nanerottola con seri problemi di crescita, per poi all’improvviso trasformarsi in una modella di Victoria’s Secret. Allo stesso modo la protagonista di Uccelli di Rovo, di rosa vestita e con un orrendo fiocco del medesimo colore sui capelli, scende le scale tra lo stupore generale degli astanti, e Padre Ralph la guarda con gli occhi strabuzzati, manco fosse la prima volta che la incontra.

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

A saperlo che il rosa faceva questo effetto. L’ho sempre sostenuto, devo smetterla di comprare roba nera e grigia.

Comunque.

I due si scambiano sguardi di fuoco per un po’, ma non accade nulla di che. L’indomani invece, durante un soffertissimo faccia a faccia, Ralph spiega alla giovane di dover partire, poiché un pastore che ha appena ereditato 13 milioni non può mica starsene fermo in uno sperduto villaggio dell’Australia. Poi cerca di sviare dal discorso dei soldi dicendo che d’altronde è meglio così, che standole lontano eviterà di vederla sposare qualcun altro, di affliggersi al pensiero di non poterla possedere, che ama Dio più di quanto ami lei e blablabla.

Maggie per tutta risposta gli salta addosso, lui si lascia andare per un attimo poi la spinge via urlando:

Noooooo non devo! I 13 milion…ehm, Dio, amo Dio!

E scappa via. La pesantezza.

Va beh.

Gli anni passano, Maggie continua a curare la fattoria mentre Ralph fa carriera, diventando arcivescovo a Sidney. Succede però un casino: Drogheda viene colpita da un terribile incendio, durante il quale perdono la vita il fratello e il padre della ragazza. L’ex-prete-ora-arcivescovo si precipita a Gillanbone per consolarla, ma Maggie, oltre che affranta, è pure parecchio contenta di vederlo, quindi, tra una lacrima e l’altra, gli salta addosso. Di nuovo.

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

C’è da dire che Ralph provoca parecchio: fa tutto il figo, dice io non posso, guarda-ti- prego-smettila-di-toccarmi, io amo Dio, etc, etc; poi però la abbraccia, le accarezza il viso, i capelli, le parla a due centimetri di distanza dal viso…oh, padre, ma lo fai apposta o cosa?

Poi certo che una ci prova, che cavolo. 

E insomma, anche stavolta Ralph scappa. Panta rei, come diceva Eraclito, e Maggie si sposa con uno stronzo qualsiasi, Luke, del quale rimane incinta. A fine parto sopraggiunge Ralph, che evidentemente ogni tanto ha bisogno di qualche botta di vita, e in quelle occasioni si ricorda dell’esistenza della donna. Maggie, sconvolta dai dolori e per giunta tutta sudata, lo manda direttamente a cagare (amen) prima che cominci con la solita solfa io-ti-amo-ma-amo-anche-Dio-oh-ti-prego-non-darmi-tutti-questi-baci.

In seguito la ragazza viene mandata in un’isola per rigenerarsi e riprendersi dagli ultimi eventi (a proposito, se qualcuno avesse un’isola da prestarmi, anche io avrei bisogno di un po’ di riposo..non ho partorito ma sono super-stressata, lo giuro). Qui la raggiunge Ralph (mica scemo: una bellissima donna, un’isola, il mare, la casa gratis) ed ecco per voi la clip con la celebre scena dell’incontro in spiaggia:

Vi invito a notare la scarsissima convinzione con la quale Maggie si mette a correre: sono più veloce io quando esco di casa per andare al lavoro, e ho detto tutto.

I due si sollazzano abbondantemente per una settimana e qualcosa, poi di nuovo la pesantezza di Ralph: oh-cazzo-sono-un-prete-che-ci-faccio-qui-Maggie-ti-prego-smettila-di-strapparmi-la-camicia. E se ne torna a Roma.

Piccolo particolare: durante la mini-vacanza-on-the-beach la donna è rimasta incinta.

Ooooops. 

Maggie lascia definitivamente il marito, torna a Drogheda con la figlia e partorisce un piccolo Ralph, che decide di chiamare Dane.

Dopo ben 19, ripeto, 19 anni, Ralph si ricorda della sua amata e va a trovarla. Lei, invece di dargli fuoco, lo accoglie con garbo e gli presenta Dane, senza rivelargli che in realtà è suo figlio. Intanto la passione tra i due non si è mai spenta, e difatti si riaccende anche in questa circostanza, con la differenza che ormai Ralph sta diventando vecchio e risparmia a Maggie la pesantezza dei soliti atroci sensi di colpa.

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

Onestamente non rammento né il finale del libro né quello del film. Wikipedia dice che in pratica Dane diventa sacerdote (ah, l’ironia del destino), ma muore in Grecia nel tentativo di salvare due tipe che stanno per annegare.

Che gioia!

Dopo il funerale Maggie si incazza a bestia con Ralph e gli rivela la verità, ovvero il fatto che Dane fosse suo figlio. Il prete si dispera e chiede perdono alla donna, poi muore.

Pesante fino alla fine.

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

Ebbene, questa era grossomodo la trama di Uccelli di Rovo, ovvero la storia d’amore proibito più coinvolgente e sofferta che io ricordi.

Tiriamo le somme?

La triste vicenda ci insegna che:

  • se ti vesti di rosa hai più probabilità di fare colpo, e non solo sui preti
  • quando uno sembra che ti voglia, poi ti respinge, poi ti vuole di nuovo, poi ti respinge, e per giunta è pure un prete…lascia perdere, datti all’ippica piuttosto
  • in amore vince chi fugge: un assunto sul quale Ralph ha costruito un’intera esistenza

Bene, ragazze, aspetto i vostri commenti! Avete letto il libro/guardato il film?

Se sì, scrivete cosa ne pensate; diversamente godetevi il riassunto e le clips, anche perché Richard Chamberlain è sempre un bel vedere!

uccelli-di-rovo-la-storia-d'amore-proibito-più-coinvolgente

Vero?

Ciaoooo!

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...