Perché a Capodanno non farò un benemerito C.

Bene, scusate il titolo “monco”, ma non mi andava di schiaffare una parolaccia così, già dal principio, e in pieno periodo festivo. Noi tutti stiamo ancora digerendo i carboidrati ingurgitati durante cene, cenette e cenone varie: qualche stolto avrà osato pesarsi, qualche saggio (=io) si sarà pesato senza lenti a contatto/occhiali.

Insomma, nelle menti ancora leggermente obnubilate dall’eccesso di cibo comincia a farsi strada un inquietante e molesto pensiero, che appare sotto forma di domanda:

Cosa fare a Capodanno?

Perché-a-Capodanno-non-farò-un-benemerito-C.gif

Oramai, già da un paio d’anni io ho risolto la questione in modo pragmatico e stranamente poco approssimativo: infatti a Capodanno non farò un benemerito cazzo (ora lo posso dire).

E lo affermo con un vero e proprio senso di liberazione: finalmente mi sono scrollata di dosso quell’idea, quell’antico retaggio culturale secondo il quale a Capodanno bisogna divertirsi un mondo, bere, mangiare, spaccare tutto, bere, mangiare, festeggiare con gli amici e bere e mangiare.

Tralasciamo il fatto che sono cose che si possono fare anche, che so, durante un giovedì sera di febbraio, così come i regali non per forza devono essere una prerogativa del Natale (anche se ammetto che mi piacciono assai). Inoltre, avendo sfiorato qualche giorno fa la soglia dei 40 anni, posso dichiarare di avere un bel po’ di esperienza alle spalle in merito a Capodanni, divertimenti e bisbocce “dovute”.

La bellezza dell’ “invecchiare” sta proprio in questo: non mi sento più in dovere di provare super-felicità per qualcosa di cui mi frega quanto mi può fregare di imparare a cucinare il rognone. Allo stesso modo non mi sento più in dovere di arrabattarmi chiamando a raccolta amiche, amici, amici di amiche e e amiche di amici per cercare di realizzare un festone da sballo e crollare poi sul primo divano disponibile esattamente alle ore 23.05.

Perché-a-Capodanno-non-farò-un-benemerito-C.gif

Tra l’altro, per quanto mi riguarda, organizzare qualcosa di decente a Capodanno si è sempre rivelata una impresa titanica. Le mie amicizie “reali” si contano sulle dita di una mano e mezzo, ma in occasione del 31 dicembre spesso non è semplice contattarle e dire: festeggiamo insieme. Perché a loro volta le mie amicizie hanno altre amicizie o parenti o fidanzati o magari vengono invitate a cenare in qualche agriturismo in campagna e allora ciao. Certo, si può provare a unire tutte le amicizie delle amicizie delle amicizie, ma avete mai provato a mettere d’accordo 15/20 persone (se non di più) su cosa fare a Capodanno o anche soltanto su cosa mangiare?

Perché-a-Capodanno-non-farò-un-benemerito-C.gif

Un casino, appunto.

Per non parlare di quelli che escono la notte di Capodanno. Non è una critica, anzi, io li invidio: avere ancora la voglia di uscire, dopo aver mangiato come se non ci fosse un domani; riuscire ad infilarsi il cappotto, chiuderlo, varcare le soglie di una casa calda e accogliente e affrontare il gelo di fine dicembre; arrivare in piazza, saltellare, gioire, sorridere e al momento clou essere pronti per una doccia a base di spumante. Saltellare, gioire, sorridere un altro paio d’ore, indi rientrare a casa, lavarsi, (compresi capelli appiccicaticci) e mettere a lavare pure il cappotto impiastrato di spumante.

Perché-a-Capodanno-non-farò-un-benemerito-C.gif

Cioè, ansia.

Ripeto, complimenti a chi ce la fa. Io, ragazzi, qui lo dico e non lo nego, non ho più l’età per certe cose. Soprattutto, anche qualora ritrovassi l’energia dei vent’anni, tra una cenetta al caldo a casa con il mio fidanzato e al massimo qualche amico e un cenone in mezzo ad una baraonda di gente per lo più sconosciuta, sceglierei comunque la prima opzione.

Quindi, ecco perché anche questo Capodanno non farò un benemerito cazzo. Oltretutto quest’anno lavorerò fino al tardo pomeriggio, cosa di cui sono stranamente ben contenta, dato che mi toglie definitivamente ogni guizzo di possibile divertimento a bestia (va beh, chiamarlo guizzo è un’esagerazione. Chiamiamolo…boh, non chiamiamolo, punto).

D’altronde, in alcune circostanze sono facilmente accontentabile: mi basta una tavola piena di carboidrati, un po’ di prosecco, frutta secca, una temperatura di circa 30 gradi e il gioco è fatto.

Il mio vero Capodanno sarà Roma, nella quale approderò per la prima volta il 15 gennaio, e ovviamente non vedo l’ora. Quello per me sarà autentico divertimento: visitare una città che non ho mai visto, ammirare il Colosseo, la Cappella Sistina e tutto quello che potrò ammirare in 3 giorni.

Nel frattempo, mi preparo ad accogliere un nuovo anno, pensando che “solamente” altri 12 mesi mi separano dall’ultima stagione del Trono di Spade. Amen.

Ebbene, e voi che mi dite? Scusate se ve lo chiedo, ma la domanda sorge spontanea:

Cosa farete a Capodanno?

E voglio tutte le risposte, dettagliate!

Happy New Year! Sperando che il 2018 non sia un anno di merda, chiaro.

Ciaone.

P.S. Ripeto, il mio post non vuole fare di tutta l’erba un fascio, come si suol dire: è ovvio che esiste chi il Capodanno lo festeggia alla grande, e non per raccontare il giorno dopo che si è divertito da morire, ma perché gli fa piacere! Allo stesso modo a me fa piacere non fare un c…ah, ok l’ho già detto.

Di nuovo auguri!

11 pensieri su “Perché a Capodanno non farò un benemerito C.

  1. Ottimo! Un benemerito va sempre bene! Dovresti però riconsiderare quella faccenda dei rognoni, secondo me. Visto che lo chiedi, e solo per quello, ti dirò che probabilmente mi trascineranno ad un capodanno multietnico e solidale. Non me ne potrebbe frega’ di meno, io starei in casa con le gambe sotto al tavolo fino a mezzanotte ed oltre, disposto persino a giocare a tombola, e sperando che in TV diano “Una poltrona per due”, pronto al conto alla rovescia con la bottiglia di spumante in mano. Ma ubi maior etc etc e mischierò le lenticchie con riso pakistano e spiedini afghani. Spero almeno che ci sia alcool, tanto alcool, ma ne dubito perché la cena è anche multireligiosa e ci sono musulmani e quindi sarà bandito anche il maiale, niente zampone. Spero non ci siano anche vegani, sarebbe troppo. Roma è sempre bella, goditela, il 15 il mercatino a Piazza Navona sarà già finito? Spero per te di no. Buon Capodanno!

    Piace a 1 persona

  2. Ahahaha il Capodanno multi-etnico e astemio mi manca! Che coraggio! Facciamo che comprerò una bottiglia di prosecco in più in tuo onore, e dall’ alto del mio pigiama felpato e del divano ti dedicherò un pensiero! Buon 2018 e mucha mierda!

    Mi piace

  3. Detesto la frenesia dei capodannofili, i cappellini di carta (non parliamo delle trombette…) e l’ostinazione a voler entrare nei tubini neri dopo i bagordi di Natale. Ma il cibo è cibo, il cibo grasso è ancora meglio e qualche buon amico con cui condividerli è bellissimo. Ma questo anche in febbraio, agosto o ottobre, non solo il 31 dicembre. E se sei in buona compagnia puoi dimenticarti di guardare l’orologio e festeggiare il nuovo anno con un quarto d’ora di ritardo, come ho fatto lo scorso anno…

    Mi piace

  4. “La bellezza dell’ “invecchiare” sta proprio in questo: non mi sento più in dovere di provare super-felicità per qualcosa di cui mi frega quanto mi può fregare di imparare a cucinare il rognone. Allo stesso modo non mi sento più in dovere di arrabattarmi chiamando a raccolta amiche, amici, amici di amiche e e amiche di amici per cercare di realizzare un festone da sballo e crollare poi sul primo divano disponibile esattamente alle ore 23.05”. Non sai quanto io condivida ogni singola parola ☺. Coi bimbi, poi, diventa tutto ancora più relativo! E comunque, buon anno nuovo a te. 😘

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.