2 giorni a Roma (dove finalmente nessuno mi ha chiamata “signora”)

Bene, nei giorni scorsi credo di avervi scartavetrato a sufficienza i maroni con la storia dei miei 2 giorni a Roma, con foto varie e altrettante promesse sul relativo post che avrei scritto al termine della mini-vacanza.

Come ci hanno insegnato i nostri genitori, i cartoni animati anni ’80 e Settimo Cielo, le promesse vanno mantenute, quindi oggi beccatevi il racconto di quello che mi è successo nella Capitale.

Intanto, per chi ancora non lo sapesse, va precisato che sono partita insieme al mio fidanzato, Davide, che nel mondo delle biciclette vintage gode della massima considerazione, dato che ha fondato un super-gruppone su Facebook composto da circa 6000 iscritti: Due Ruote Vintage. Questo non per vantarmi di lui, a me poi delle bici mi frega quanto mi può fregare di imparare a smontare una lavatrice; lo sottolineo semplicemente perché nel corso di questo riassunto delle mie vacanze romane lo chiamerò Due Ruote.

Così, per ridere.

Ora sono pronta a cominciare. Innanzitutto, l’arrivo a Roma è stPoi traumatico. Venivo da una giornata di lavoro inaugurata alle sette del mattino (ergo sveglia: ore 6.00), terminata alle 14 e proseguita con due ore di ripetizioni di latino ad una ragazza che ancora non ha avuto il piacere di tradurre Cicerone. Ma ci arriverà, e presto anche. Il nostro aereo partiva alle 21.30, perciò ho avuto giusto il tempo di farmi una doccia, mettere le ultime cose in valigia e uscire di casa, auto-convincendomi di aver scordato la piastra e per questo motivo pensando parolacce in aramaico.

2-giorni-a-Roma.gif

Il volo fino a Ciampino è durato 45 minuti. Da lì in poi io e Due Ruote abbiamo preso un autobus diretto a Termini; devo dire che prima di tutto ciò avevo contattato Gilda di NonPuòEssereVero, romana per adozione, in cerca di preziose info su quali mezzi usare una volta arrivati a Ciampino e di seguito a Termini. Due Ruote, da vero maschio approssimativo, ha voluto che gli inviassi lo screen della chat con Gilda per avere sott’occhio tutte le sue dritte, poi ovviamente al momento opportuno ha fatto di testa sua.

No, amore, ma Gilda ha detto che…

Si, si, ma prendiamo quel bus, ci arriviamo comunque.

Ma Gilda…

………………………… (=faccio finta di non sentirti)

Va beh.

In ogni caso, alla fine ce l’abbiamo fatta, e le lancette dell’orologio segnavano l’una del mattino quando finalmente abbiamo varcato l’ingresso dell’albergo.

Io ero uno straccio, ovviamente, e avrei voluto dormire per sempre, ma Due Ruote, che è un tipo mattiniero, l’indomani mi ha letteralmente buttata giù dal letto esattamente alle 6.40, con l’intenzione di intraprendere un vero e proprio tour de force.

E tour de force è stato.

Alle due del pomeriggio avevamo già visto Piazza Navona, Piazza Venezia, il Pantheon e il Colosseo. Il tutto trasportati unicamente dai nostri piedi. Magari la prossima volta parto con indosso le scarpe da trekking, che è meglio. Alle 15.30 stavo bestemmiando in finlandese mentre passeggiavamo amenamente lungo i Fori Romani e continuava a piovere, ininterrottamente.

2-giorni-a-Roma.gif

2-giorni-a-Roma.gif

Da notare la mia espressione della serie: ma che cazz…

Beh, se non altro non pioveva in orizzontale, come la volta che sono stata a Milano.

Nel frattempo, tutta inzaccherata e infreddolita, mi guardavo intorno e vagheggiavo Alberto Angela che camminava al nostro fianco spiegandoci l’utilizzo di ogni pertugio degli antichi Fori. Sulla via del ritorno, poi, da veri turisti polli, ci siamo fatti incastrare da un simpaticone travestito da centurione che ha insistito per scattare dei selfie insieme a lui, indi ha PRETESO la modica cifra di dieci euro.

Dieci euro per due foto del cavolo. Va beh, una fregatura dovevamo pur prenderla.

2-giorni-a-roma5.jpg

Che coglioni!

Alle 16.30 eravamo in zona fontana di Trevi, e il mio ginocchio sinistro pulsava in maniera preoccupante, senza contare il prurito alle gambe. Cioè, camminare non mi dispiace, soprattutto se lo faccio in una città bella come Roma. Ma camminare dietro a uno come Due Ruote, che per intenderci in confronto a me ha la falcata di un giaguaro, è tutta un’altra storia.

Alla fontana di Trevi, poi, mi ha mezzo divertita e mezzo schifata notare alcune ragazze prive di cappotto e vestite all’ultima moda, che chiedevano ai turisti la cortesia di spostarsi un po’ più a destra e lasciare spazio, in modo che loro potessero scattare dei selfie degni dei Social. Cosa non si fa per i propri followers. Anzi, scusate se non mi sono levata il cappotto e non mi sono inventata delle pose interessanti da immortalare e pubblicare su Instagram. Chiedo venia.

2-giorni-a-Roma.gif

Dopo aver ingurgitato uno snack tipico romano (=un Magnum ricoperto di cioccolato bianco, praline di cocco e una puntina di sale e zenzero) e aver visto Piazza di Spagna, siamo rientrati in albergo, praticamente mezzo morti. Il tempo di una doccia e buonanotte Roma.

2-giorni-a-Roma.gif

Il giorno successivo, sempre smadonnando per aver dimenticato la piastra, sono uscita dall’hotel con i capelli tipo Tata Francesca, e siamo andati ai Musei Vaticani, visita della quale parlerò in uno dei prossimi post perché ne sono rimasta incantata, al punto da desiderare per un momento di laurearmi in Storia dell’Arte. Poi ho pensato che anche comprare un libro su Michelangelo sarebbe potuto bastare e ciao sogni di laurea. Se divento ricca, però, giuro che lo faccio.

La sera abbiamo incontrato alcuni dei ragazzi che fanno parte del gruppo Fb di Due Ruote, e dopo una cena a base di carboidrati unti unti (I love pinsa) siamo ritornati in hotel, felici ma già un po’ immalinconiti dal pensiero che la mattina dopo saremmo dovuti ripartire, e pure all’alba.

Quindi, i miei 2 giorni a Roma sono stati davvero intensi, sotto ogni punto di vista, in particolare quello motorio: 30 chilometri il martedì e 20 il mercoledì..non male per una che odia lo sport e l’attività fisica in generale, vero? Mi chiedo: ma saranno bastati a smaltire tutti i carboidrati ingurgitati?

Ho seri dubbi su questo.

Concludo il mio piccolo resoconto con la foto della mia faccia devastata alla fine del secondo giorno:

2-giorni-a-Roma

e con delle considerazioni approssimative su Roma, non riguardanti la sua incredibile bellezza perché credo sia oggettiva; inoltre non voglio annoiarvi affastellando aggettivi su aggettivi che comunque non basterebbero mai a descriverla come merita.

Dunque ecco cosa mi ha colpito di Roma, oltre Roma stessa:

  • all’interno dei negozi, nei bar, nei ristoranti, nessuno mi ha mai chiamata “signora”. Era un continuo: “Ccciao, dimmi, che te serve?” e “Che ti do?” “Dove devi annà?”. Ahhhhhhh. Che soddisfazione sentirsi dare del tu.
  • a Roma era ancora Natale. Abbiamo visto un casino di posti ancora addobbati, con tanto di albero all’ingresso!
  • il Pantheon: ci piove dentro. Non ci potevo credere!

Poi ragazze, appena sono arrivata a casa a Cagliari e ho disfatto la valigia, indovinate cosa ho trovato dentro? La piastra, appunto. Non la avevo dimenticata. Ciò significa che per 2 giorni ho girato Roma con i capelli in condizioni pietose, soltanto per via di un auto-convincimento derivato dal nullissimo nulla. Boh.

Beh, pazienza, tanto sono la Ragazza Approssimativa. Giusto?

E qui vi lascio! Spero che vi siate divertite nel leggere questo pezzo e colgo l’occasione per ringraziare Gilda, che è stata gentilissima, anche se poi Due Ruote non ha seguito i suoi suggerimenti perché in fondo in fondo è un po’ approssimativo anche lui, e Giorgia, di Le fantastiche avventure di Giorgia a Roma , che purtroppo non sono riuscita a incontrare, perché Roma è bellissima, certo, ma è anche gigantesca, e spostarsi al suo interno in tempi brevi non è semplice.

La bellezza ha un suo prezzo, in effetti.

Ave, ci risentiamo prestissimo!

2-giorni-a-Roma.gif

P.S. Lui è il re del Colosseo.

Un pensiero su “2 giorni a Roma (dove finalmente nessuno mi ha chiamata “signora”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...