La Nutella ti fa bella (e anche la cacca dell’usignolo)

Oggi parliamo di bellezza.

Contente?

No, tranquille ragazze, non mi sto trasformando in una beauty blogger e non vi maciullerò i cosiddetti con recensioni di innovativi prodotti anti-cellulite, anti-smagliature, anti-qualsiasi-cosa…anche perché le robe che cominciano con “anti” a quanto ho capito funzionano solo se hai 12 anni, altrimenti nisba. Così come l’anti-zanzare ha effetto prima che le zanzare ti pungano, non dopo. Dopo ti rassegni e ti gratti.

Dovrebbero inventare i prodotti “post”. Post-cellulite, post-smagliature, post-rughe, post-aiuto-ho-mangiato-troppo.

Comunque.

Se siete interessate a consigli di bellezza utili e sani vi suggerisco di dare un’occhiata al beauty blog Cooking Beauty. Se invece adesso volete farvi due risate venendo a conoscenza dei segreti di alcune celebri star per conservare un pelle luminosa, radiosa, priva di imperfezioni, continuate a leggere.

Scoprirete cose parecchio strane, e pure un po’ schifose.

Prendiamo per esempio Jennifer Lopez. Quarantanove anni, incarnato ambrato e levigato, rughe da quarantanovenne in odore di menopausa non pervenute.

Jlo
Immagine tratta da Pinterest

Com’è possibile?

Facile. Basta essere di base già bellissime, con un fondoschiena da urlo, cantare e ballare bene, recitare un po’ meno bene ma comunque cavarsela, disporre di un entourage che provvede a rimetterti a posto il capello fuori posto e infine cagare soldi. Ma tanti, tanti soldi ( e sì, sono invidiosa).

Ecco com’è possibile, secondo me.

Invece no!

Il segreto è la placenta di pecora!

Come ho fatto a non pensarci?

Pare infatti che JLo periodicamente si faccia applicare sul viso un trattamento a base della suddetta placenta e che lo tenga in posa per la bellezza di 15 ore. Il tutto per la modica cifra di circa un migliaio di dollari.

Non male, eh?

Devo decidere se mi fa star peggio l’idea della placenta di pecora, anzi, della placenta di qualunque essere vivente, sulla faccia, della posa di 15 ore o del migliaio di dollari speso per una placenta da spiattellarmi sulla faccia (anche se sotto forma di crema).

Sono piuttosto combattuta.

Ancora più splatter la beauty-care di Kim Kardashian…esatto, quella con la pelle di porcellana e il sedere gigante (e sì, sono invidiosa. Di nuovo). Senza disturbare le pecore, la ragazza si fa prelevare del sangue dal proprio braccio, dopodiché se lo fa iniettare sul viso tramite agopuntura. Il prezzo di questo auto-salasso?

Spiccioli per una paperona come la Kardashian: 770 dollari a seduta. Molto più care le ciglia finte utilizzate senza parsimonia alcuna dalla fanciulla, meglio se di visone, sapete com’è, sono più morbide.

kim kardashian
Immagine tratta da Pinterest

Noi comuni mortali cosa usiamo? Ah sì, il mascara. E il prelievo di sangue lo facciamo solo per eventuali donazioni o per le analisi.

Che poveracce!

Beh, non possiamo permetterci le ciglia di visone e le placente varie, figuriamoci se possiamo permetterci la maschera di bellezza di Bar Refaeli: dal sangue passiamo direttamente a qualcosa di più nobile, ovvero l’oro. La top model infatti si spalma, o meglio, si fa spalmare sul viso un misterioso miscuglio del valore di 24 carati. Roba che poi io andrei a vendermi la faccia, come minimo.

bar refaeli
Immagine tratta da Pinterest

Un’altra famosa modella, Alessandra Ambrosio, ci insegna tuttavia a risparmiare, evitando frequenti e costose sedute dal parrucchiere e risolvendo l’annoso problema delle doppie punte con una semplicissima, economicissima candela. Tu la accendi sotto i capelli e il gioco è fatto. Si chiama piroman…ehm, volevo dire, velaterapia, nota anche come candle cutting. A quanto sembra la fiamma della candela in questione non solo elimina le doppie punte; debella anche il crespo e lo stress causato al capello dall’utilizzo di prodotti molto chimici, rilascia sostanze nutritive particolari e poi boh, a ‘sto punto probabilmente curerà anche la schizofrenia e il problema della fame nel mondo.

alessandra ambrosio
Immagine tratta da Pinterest

Non so voi ma io, in casi come questo, non mi fiderei tanto del fai-da-te. Molto più opportuno recarsi da un esperto, elargire una cifra non inferiore ai 150 dollari e non superiore ai 200 e stare ferma per circa 4 ore, sperando di non prendere fuoco. Rimane sempre l’alternativa da straccione: una banalissima spuntatina dal parrucchiere sotto casa. Poi però non lamentatevi se non siete strafighe come Alessandra Ambrosio.

E questa invece è Anne Hathaway, deliziosa attrice americana dalla pelle di bambola. Quale sarà il suo segreto?

anne hathaway
Immagine tratta da Pinterest

Pancreas di ippopotamo?

Sangue di serpente?

Polvere di platino?

Mi dispiace deludervi ma la risposta alla domanda è MERDA.

Merda di usignolo, per la precisione, ma sempre di merda si tratta. Parliamo in sostanza di una crema a base di escrementi del suddetto volatile inventata dall’estetista Shizuka Bernstein. Nonostante gli ingredienti “poveri”, ancora una volta la crema non è per le nostre tasche: ogni seduta viene pagata 180 dollari, e se già mi giravano i coglioni all’idea di spendere un pacco di soldi per un po’ di placenta, la prospettiva di sborsarne altrettanti per qualche grammo di merda è assai seccante, piuttosto e anzichenò. Anche se è merda di usignolo.

E dopo esserci cosparse di mezza macelleria, sangue, oro e cacca, se siamo ancora vive facciamo come Gwyneth Paltrow e ricorriamo all’apiterapia. Il veleno delle api è velenoso, certo, ma possiede un casino di proprietà anti-age, #sapevatelo. Dubito che si tratti di una terapia a buon mercato, ma in alternativa provate a piazzare la vostra faccia davanti ad un alveare. Doloroso? Sì, certo. Efficace?

Magari, una volta sparito il gonfiore…voi tentate, non si sa mai.

gwyneth
Immagine tratta da Pinterest

O forse è meglio catturare un usignolo e cercare di farlo cagare.

Ne avete abbastanza di segreti di bellezza? Aspettate, a salvarci da escrementi e punture velenose arriva lei, la donna più chic del mondo: Kate Middleton. Una principessa non può non essere impeccabile in qualsiasi occasione…soprattutto non può permettersi una pelle poco sana. Ecco perché la duchessa di Cambridge usa una miracolosa maschera a base di zucchero, burro di cacao e, udite-udite, Nutella.

kate
Immagine tratta da Pinterest

Ora, passino le placente e i salassi, passino le candele brucia-capelli e le creme dorate, passino pure gli escrementi degli uccelli. Ma la Nutella sprecata così, no, non è tollerabile. Piuttosto vado a caccia di usignoli.

La Nutella è sacra. Per tutto il resto ci sono i filtri di Instagram: costano meno e non sono stati cagati, il che non è poco.

Vi lascio con una frase sulla bellezza e nessuna ricetta, e vi prego, lasciate stare quella povera Nutella! Si merita un cazzo di panino, non la nostra faccia!

Se volete sapere qualcosa di più sulla bellezza, che cos’è esattamente, consultate una storia dell’arte e vedrete che ogni epoca ha le sue veneri e che queste veneri (o apolli) messi assieme e confrontati, fuori dalle loro epoche, sono una famiglia di mostri. Non è bello quello che è bello, disse il rospo alla rospa, ma è bello quello che piace.
(Bruno Munari)

 

 

10 pensieri su “La Nutella ti fa bella (e anche la cacca dell’usignolo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.