“Che fine ha fatto Sara?”: la serie tv che fa sembrare Beautiful un dilettante

Oggi parliamo di una nuova serie targata Netflix, che mi è stata segnalata su Facebook dall’amica e omonima Francesca e che incredibilmente stava per sfuggirmi…strano, per il trash in genere ho un ottimo fiuto, forse con l’avvicinarsi della menopausa si sta appannando pure quello? Per fortuna le fans approssimative fiutano al mio posto e adesso veniamo al sodo.

Attenzione, SPOILER!!!

Da questo momento andrò a spoilerare di brutto, di conseguenza chiunque fosse interessato a vedere la serie in questione dovrà desistere dalla lettura di questo post!!!

“Che fine ha fatto Sara?” è appena comparsa sulla piattaforma di Netflix: si tratta appunto di una serie messicana “crime” e sì, il crime c’è ma viene ben presto sepolto da intrighi e colpi di scena talmente folli che alla fine non sai più se stai cercando di capire chi è l’assassino o se ti devi ricordare chi ha trombato la fidanzata dell’amico del fratello della ragazza che è morta.

Intanto cominciamo dal titolo: “Che fine ha fatto Sara?”.

E’ presto detto: Sara è morta, ecco che fine ha fatto, tant’è che il titolo originale della serie è “Quien matò a Sara?” ovvero “Chi ha ucciso Sara?” e io invece mi chiedo “Chi ha ucciso le traduzioni decenti?”. Mah.

La prima puntata più che trash sembra un’accozzaglia di cliché tipici dei cosiddetti “revenge-movie”, cioè i film incentrati sull’organizzazione di una vendetta-tremenda-vendetta: il/la protagonista esce di prigione dopo un tot di anni e decide di vendicarsi, nel modo più plateale possibile, di chi l’ha fatto/a finire dietro le sbarre o di chi ha ammazzato i suoi cari.

Bene, in “Che fine ha fatto Sara?” il vendicatore si chiama Alex Guzmàn, bel tenebroso dall’occhio languido che viene rilasciato dal carcere in cui è stato rinchiuso per diciotto anni; in realtà di anni doveva scontarne trenta, ma grazie alla buona condotta si ritrova libero e deciso a combinare un gran casino.

Flashback: diciott’anni prima Alex fa una gita in barca con alcuni amici, tra i quali spicca Rodolfo Lazcano, fidanzato di Sara Guzmàn, sorella di Alex, anche lei presente. A un certo punto la giovane si offre volontaria per fare un giro sul “parasailing” (=paracadute trainato dalla barca), e mai l’avesse fatto perché le cinghie dell’imbracatura si spezzano e la poveretta precipita in acqua. A nulla valgono i soccorsi: Sara muore.

Il padre di Rodolfo, Cesar Lazcano, uomo ricchissimo mezzo mafioso, convince Alex a prendersi la colpa di ciò che è successo, dicendogli che Rodolfo ha un futuro nell'”azienda” di famiglia e un’onta del genere non gioverebbe alla sua carriera (sottinteso: tu invece sei un morto di fame che vuoi che sia un po’ di galera tanto prima o poi ci saresti finito comunque). Ovviamente Cesar promette al giovane anche un lauto compenso in denaro e in breve riesce a persuaderlo. Tuttavia, durante un processo che definire sommario sarebbe un complimento, Alex viene improvvisamente condannato a trent’anni per tentato omicidio ai danni di Rodolfo. Comincia a sembrare tutto un po’ inverosimile ma andiamo avanti perché questo ancora è niente.

Ritorniamo al tempo presente: Alex dunque esce di prigione e lo vediamo armeggiare all’interno di un’abitazione un po’ vecchiotta: sistema dei computer, installa alcune telecamere, attacca chiodi, trapana pareti e via dicendo. Nel frattempo l’intera famiglia Lazcano è riunita nel casinò di proprietà della famiglia per festeggiare non mi ricordo cosa: c’è Cesar con la moglie, un buttafuori…ah no, è Rodolfo, il figlio prediletto, ecco com’è diventato:

Un bestione tutto muscoli che ti aspetti da un momento all’altro si butti a terra a fare cento flessioni e invece no, purtroppo recita, o almeno ci prova. Poi c’è la bellona del gruppo: Elisa, sorella di Rodolfo, che all’epoca del fattaccio era ancora una bambina, quindi non sa neanche chi sia Sara; infine Chema, altro fratello, che si presenta alla festa col compagno Lorenzo, ben deciso a sbattere in faccia al padre (omofobo) la sua omosessualità.

Questo ameno clima viene interrotto da qualche interferenza: all’improvviso dei teleschermi si accendono e appare il faccione di Alex che in sostanza dice a tutti: ehi, sono uscito di prigione e adesso son cazzi vostri. Strategicamente mi sembra una gran boiata avvisare qualcuno che vuoi far fuori del tuo malvagio intento ma tu, spettatore, nella tua ingenuità pensi che Alex si sarà nascosto in qualche bunker segretissimo e sarà impossibile scovarlo.

Uhm.

Non esattamente. Lazcano capo, imbufalito, manda subito in avanscoperta i suoi scagnozzi, che non si devono sbattere più di tanto perché Alex semplicemente è a casa sua.

Già.

Pertanto i sicari arrivano e mitragliano l’abitazione, poi entrano e danno un po’ di legnate ad Alex, indi telefonano a Cesar chiedendo se devono “finire il lavoro” ma lui dice no-no, era solo un avvertimento…tanto nel caso rompa ulteriormente i coglioni abbiamo il suo indirizzo, no?

Tutta la scena è stata seguita dall’affascinante Elisa che, curiosa di capire chi sia questo Alex e perché voglia vendicarsi della sua famiglia, decide di andare da lui e indagare. Dopo aver assistito alla sparatoria lo soccorre e finge di essere una sconosciuta che passava di lì per caso. Alex è un po’ perplesso ma le crede, e immediatamente subodoriamo una love story ad alto tasso di erotismo che renderà la vendetta ancora più complicata da realizzare.

Questa grossomodo la trama dei primi due episodi, dopo i quali quasi-quasi avevo voglia di un po’ di Barbara D’Urso per cui ho stabilito di compiere un esperimento: mandare avanti veloce le puntate successive, ogni tanto premere “play” e cercare di capire cosa fosse successo…un po’ come guardare dopo anni Beautiful e tentare di raccapezzarsi, tanto il più delle volte si tratta di risalire all’ultimo membro della famiglia Forrester col quale è andata a letto Brooke.

E così facendo in breve ho scoperto che:

  • Sara era incinta, non di Rodolfo ma di Cesar, IL PADRE DI RODOLFO.
  • Cesar ha una relazione con l’attuale moglie di Rodolfo, Sofia, che a sua volta si ritrova incinta, e indovinate chi è il responsabile?
  • Chema all’epoca dei fatti era innamorato di Alex, e Sara lo sapeva e Chema non ne era felice.
  • Viene fuori che Cesar gestisce un traffico di prostitute e uccide barbaramente animali appartenenti a specie protette, ma giura di non c’entrare niente con la morte di Sara: lui l’aveva solo messa incinta.
  • Mariana, moglie di Cesar, sapeva che il marito aveva messo incinta Sara, e aveva ordinato a Elroy, amico di famiglia segretamente innamorato di Sara, di allentare le cinghie del paracadute, ma non si capisce bene se Elroy lo ha fatto oppure se all’ultimo momento ha desistito.
  • Sara sapeva che Mariana sapeva che Cesar sapeva di averla ingravidata; l’unico che non sapeva un cazzo, a quanto pare, era Alex.
  • Alex trova un vecchio diario di Sara dove, tra le altre cose, c’è scritto qualcosa tipo “voglio morire” con annesso disegno di una tomba nel giardino di fronte casa. Lui va a scavare e salta fuori un teschio con un buco al centro della fronte.

Mi duole ammetterlo ma ahimè, ce n’è abbastanza per una seconda stagione.

Spazio ai vostri commenti! Avete visto questa serie? Non vi è piaciuta o vi ha fatto proprio schifo?

14 pensieri su ““Che fine ha fatto Sara?”: la serie tv che fa sembrare Beautiful un dilettante

  1. Secondo me il titolo è Che fine ha fatto Sara perché in italiano “Chi ha ucciso Sara” ricordava troppo un tormentone della nostra infanzia ossia, “Chi ha ucciso Laura Palmer?”.
    E anche di Laura non credo sia stato risolto il mistero…

    Piace a 1 persona

  2. Vediamo il termine Trash e un complimento per sto pattume , ok Dovevo chiamarti le pillole del buon umore , grazie delle risate.

    Ce qualche altra nuova serie in costume che ti stuzzica ,e giusto per domandartelo ,
    LA NUOVA SERIE LEONARDO la stai guardando ?
    Ti va di farci 2 righe ,vorrei sapere le tue impressioni
    A me non dispiace ,anche se e palesemente comparsata su certi punti ma si fa guardare

    Piace a 1 persona

      1. Come Polpettina che mi dici ,Niente Leonardo ,Guardala io ok sono un divoratore seriale,ma non e malvagia e ha fatto storcere un po di nasini un motivo in piu per guardarla ,lo guardata mangiando i resti sbranati delle uova di pasqua , e devo dire che non e male , certo per chi conosce Leonardo ,la sua storia e un po diversa . 🙂
        Aspetto le prossime chiacchiere approssimative ,Ps l epoca del re sole Leggi il doppio commento che ho scritto e dimmi 😉 . perdona la dislessia se mi distraggo faccio caterbe

        "Mi piace"

  3. Allora la nuova serie su Leonardo ? , in fondo sono soltanto 8 episodi , e rigorosamente Rai . voglio una tua recensione ,tenks ,ps perdona la mia dislessia .so che vorresti mangiarmi vivo per come scrivo.

    "Mi piace"

Rispondi a CINZIO PALMA Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.