La gravidanza approssimativa: gioie e dolori dei primi tre mesi

Ebbene sì, sono incinta. Qualche attento lettore forse ricorderà che ero arci-sicura di non volere figli per diversi motivi che non ho voglia di spiegare e poi niente, è successo che ho cambiato idea, alla faccia della coerenza che comunque credo sia ampiamente sopravvalutata.

Oggi quindi, dall’alto del mio pancino di circa 14 settimane, vi racconterò le gioie e i dolori (più dolori che gioie in effetti) dei primi tre mesi della gravidanza approssimativa.

Intanto, come e quando mi sono accorta di essere incinta?

E’ presto detto: ai primi di aprile avevo già notato un leggero ritardo nel ciclo ma non ero preoccupata perché mi era già capitato varie volte. La cosa strana però erano gli altri fastidi: spossatezza continua, che in ogni caso attribuivo agli effetti della prima dose di vaccino, e il dolore allucinante alle tette, della serie che mi sembrava di avere dei macigni appesi al collo. Da brava ragazza approssimativa, invece di chiamare la mia dottoressa ho fatto quello che faccio sempre più o meno ogni volta che mi si presenta un problema pratico: ho consultato Google, digitando l’elenco dei vari sintomi et voilà, è saltata fuori una possibile gravidanza.

Qualche giorno dopo ho comprato il test che ha dato subito esito positivo. Avrei voluto organizzare qualcosa di originale per dirlo a mio marito come nei film e nelle pubblicità ma erano le 13.30, avevo appena finito di mangiare e il richiamo del divano era troppo forte quindi, appena è rientrato dal lavoro, gliel’ho semplicemente comunicato, e in ogni caso la mia creatività in queste occasioni ufficiali se ne va a puttane, un po’ come quando nei bigliettini per il compleanno scrivo “Tanti auguri!” con un imbarazzante punto esclamativo finale.

E questa era la parte di gioia.

Da quel momento in poi sono cominciati i dolori.

Non essendo mai stata incinta avevo soltanto una vaga idea dei disturbi collegati ad una gravidanza…ho diverse amiche mamme ma non ricordavo mi avessero parlato di grandi fastidi né io avevo mai chiesto, convinta che tutti i 9 mesi si affrontassero in grande scioltezza.

Le nausee

Di recente, giusto per entrare meglio nella parte, ho comprato un libro intitolato: “Guida completa alla gravidanza sicura e serena” e come previsto l’ho abbandonato dopo una decina di pagine perché, invece che rassicurarmi e rasserenarmi, mi stava facendo montare molta più ansia di quanta già normalmente io non abbia; però ho fatto in tempo a leggere una frase che descrive alla perfezione i miei primi tre mesi: è stato come trovarsi a vivere dentro un’auto guidata da qualcuno mezzo ubriaco su una strada di merda…il libro non usava queste esatte parole ma il senso era quello.

Battagliare con le nausee è stata la cosa più disturbante di tutte, soprattutto perché avevo costantemente fame ma non riuscivo a mangiare quanto avrei voluto, tra l’altro anche i miei cibi preferiti, il che mi faceva saltare i nervi. Quando alcune amiche emozionate mi chiedevano “Come va? Che emozioni senti?” io rispondevo che non sentivo un cazzo, a parte la stramaledetta nausea associata ad un giramento di coglioni mai sperimentato, e vi assicuro che, dopo (appena) tre anni di insegnamento alle prese con adolescenti in piena crisi ormonale, di giramento di coglioni ne so più di qualcosa, e a proposito, dove si firma per far passare il proprio/a figlio/a dai 12 anni direttamente ai 18? Chiedo per un’amica.

Ma parliamo delle voglie.

Fino ad oggi non mi sono svegliata con la voglia di spalmare la maionese sui crackers alle sette del mattino o di andare alla ricerca disperata di mandarini a maggio. Una volta però, mentre mi trovavo a scuola e pensavo a cosa prepararmi per pranzo, improvvisamente mi è venuta voglia di pasta al sugo, cosa strana per me che, dopo aver lavorato per due anni in un ristorante e averla mangiata ogni santo giorno, sono arrivata a detestarla profondamente. Così sono tornata a casa e ho cotto un sughetto di tutto rispetto dopodiché, alla prima forchettata, è arrivata la stronzissima nausea e tanti saluti al mio lauto pranzetto.

Le visite

Io che, se tutto va bene, in genere vado dalla mia dottoressa due volte all’anno e per il resto del tempo comunico con lei tramite email, mi sono ritrovata ad un certo punto a fare visite su visite e analisi su analisi. Tanto per cominciare non avevo un/a ginecologo/a di fiducia, quindi mi sono fatta suggerire qualche nome. Al primo appuntamento, dopo aver appurato lo stato interessante, la dottoressa in questione ha preso un foglio e ha cominciato a mettere una marea di crocette in corrispondenza di una marea di altrettante voci. Poi mi ha detto che si trattava di analisi che dovevo fare, però alcune dovevo farle in un posto e altre in un altro, e chiamare per prendere l’appuntamento e poi dovevo prendere anche quelle pastiglie e quelle altre e a proposito signora, ha già cominciato con l’acido folico?

L’acido che?

Passiamo all’alimentazione. Niente verdure crude, a meno che non siano lavate con l’amuchina o col bicarbonato o con chissà cos’altro, pare ci siano varie scuole di pensiero. Carne ben cotta, no salumi e insaccati, no dolcificanti, no alcolici (ciaone al mio bicchiere serale di vino bianco) e no sushi e forse no qualcos’altro che ora non ricordo. Oltre a ciò, da quando sono incinta il mio apparato digerente, già estremamente provato da 6 anni di università e improbabili piatti di pastasciutta, la tonno-dipendenza e le misteriose poltiglie della mensa studentesca, ha diminuito se possibile le sue già scarse prestazioni, al punto che, dopo un semplice piatto di verdure bollite, mi sembra di aver ingerito un bisonte.

La stanchezza

Sempre stata allergica al movimento e allo sport, sempre stata molto pigra e se posso afferrare il telecomando con l’alluce e il secondo dito del piede senza modificare la mia posizione sul divano lo faccio, o almeno ci provo…poi ovviamente il telecomando cade, si stacca la batteria che rotola chissà dove, mastico parolacce e mi tocca alzarmi, ma questa è un’altra storia. Da quando faccio yoga la situazione è un po’ migliorata, ma di certo non mi definirei una persona energica e attiva. Tuttavia, durante i primi tre mesi di gravidanza la situazione è degenerata, e invece di camminare ho cominciato a trascinarmi e a cadere addormentata negli orari più strani. Una mattina, rientrando da scuola, ho allungato la strada per passare al supermercato e una volta arrivata a casa ho dovuto sdraiarmi per due ore per riprendermi. Un altro giorno, dopo il solito attacco di nausea, sono arrivata in ritardo al lavoro percorrendo un tragitto che in genere mi prende dieci minuti in venticinque, e chiaramente mi ha beccata in pieno la preside dell’istituto che con fermezza ha osservato: “Bisogna essere puntuali!” Indecisa se vomitare lì sul posto o darle ragione le ho dato ragione. La mia passeggiata del sabato e della domenica si è trasformata in una crociata e lo smartwatch, che contava passi e ritmo, dopo 20 minuti mi diceva “ottimo lavoro, 1 minuto in zona attiva e brucia-grassi, la prossima volta prova ad aumentare il ritmo”.

Ma vaffanculo.

Beh, con i dolori direi che può bastare. Quasi tutti mi dicevano che dal quarto mese in poi sarebbe andata meglio e così è stato, per fortuna, e speriamo che così continui. Se vi va condividete le vostre esperienze nei commenti e se potete mentite spudoratamente dicendo che i mesi dopo il terzo son tutti in discesa, ve ne sarò eternamente grata.

18 pensieri su “La gravidanza approssimativa: gioie e dolori dei primi tre mesi

  1. Le mie due gravidanze sono state orribili🤣 ho avuto tanti problemi di salute e quindi non entrò nello specifico. Ma ci sono stati anche momenti belli, i loro primi movimenti!
    Niente l’unica cosa che posso dirti e ok tutto ma poi vedrai che ti divertirai, crescono e può essere che non dormirai subito ma poi succederà e sara fenomenale.. adesso i miei hanno 10 e 13 anni ed è fenomenale come siano indipendenti..😎 io dormo da dio e soprattutto come dice marito li hai fatto a tua somiglianza mi comandano a bacchetta, rispondo con i miei adepti sono eccezionali… poi urlo portare giù il caneeeeee! Che dire alla fine ti diverti da morire per me è così 😂

    Piace a 1 persona

  2. La mia gravidanza è stata una merda, non credo di poter trovare una parola più appropriata per definirla. In compenso il momento più emozionante è stato entrare nella National Gallery per caso e rimanere folgorata dalla Vergine delle Rocce perché cercavo un cesso per vomitare.
    Il parto pure è stato orrendo, ma ora è bellissimo avere un mini-me che adora viaggiare e partire all’avventura, mangiare al ristorante e conosce tutti i nomi dei piatti cinesi. Quindi sul lungo periodo ne vale sicuramente la pena!

    Piace a 1 persona

  3. Non ho mai provato la gravidanza, quindi non posso né rassicurarti sul futuro né terrorizzarti con profezie apocalittiche sui prossimi 6 mesi… perciò ti dico soltanto “Tanti auguri!” con un imbarazzante punto esclamativo finale ❤

    Piace a 1 persona

  4. Io sono stata con le nausee fino all’ultimo giorno. Bevevo caffè e correvo in bagno, in questo sono stata costante😂
    Mi puzzava da morire il pesce arrosto e ho cominciato a mangiare per la prima volta e a quintalate quelli che si chiamano caroselli.
    Ho lavorato fino all’ultimo giorno e quando si sono rotte le acque vedendo Mike Buongiorno pensavo fosse una pipi che non finiva mai. 😆
    Comunque una figlia/o è per sempre e non ti dico i nipoti. Forza che ce la fai.

    Piace a 1 persona

  5. Ciao E AUGURI , Ho riso come una IENA che ha inalato una BOMBOLA DI ELIO .
    E stato DIVERTENTE DA MORIRE ,
    GRAZIE A DIO NON SEI UNA MAMMA PANCINA DIO MIO TI RINGRAZIO ,
    Temevo che ti saresti COMPLETAMENTE RINCOGLIONITA , ma per usare le parole di XENA la principessa guerriera ,SONO INCINTA NON MALATA DI MENTE ,
    Lo dico solo a titolo informativo perche TUTTE O QUASI LE DONNE INCINTE CHE HO FREQUENTATO , spesso PERDEVANO COMPLETAMENTE BROCCA E PERSONALITA .
    Ma vedo che con te e tutto ok ,quindi perdonami MA PREFERISCO NON MENTIRTI .
    E se DIO VUOLE ti strappo una risata , e Forse dico solo forse posso tranquillizzarti su molte cose ,
    Punto 1 OGNI DONNA AFFRONTA LA COSA IN MODO DIVERSO ,vuoi per la personalità del soggetto ,sia per ormoni e metabolismo diverso .
    Credimi IDEM PER ME , il sotto scritto che e ancora giovane DIO MIO GRAZIE , tra parentesi non sei vecchia GUAI A CHI DICE IL CONTRARIO ,LO RINCORRO CON UNA MAZZA FERRATA 🙂 . non ha ancora prole e va BENISSIMO COSI ,osservando LE URLA E LE GRIDA DI QUEL piccolo MOSTRO DI MIA NIPOTE ,che alla tenera età di 2 anni emette delle grida cosi acute da attraversare i muri di 2 case ,e NO NON E UNO SCHERZO ,purtroppo per me . capricci e macelli tanto che mi domando come facciano a non impazzire , sarebbe bello se neonati e bambini avessero il tasto del volume regolabile ,in modo da metterlo a 0 IN CASO DI BISOGNO SIA CHIARO .
    No sul serio con tutti quei capricci ti fa capire perche le madri anche con i figli di 1 anno quando serve li sculaccino a dovere,per non impazzire perche i bambini giustamente sono irritanti e fastidiosi se gli lasci fare tutto cio che vogliono DIVENTANO DEI MOSTRI sul serio gettare piatti giu dal tavolo e macchiare indelebilmente un divano nero con la candeggina. almeno per me LE FAREI IL CULO VIOLA , ok ok sono calmo uf , hai riso vero 😉 .
    Punto 2 seriamente no ,vorrei dirti che tutto va bene ma no , se la gravidanza procede tranquilla , se cosi vogliamo dire tu subirai tuttoooooo il no possibile ,GAMBE GONFIE COME PALLONI AEROSTATICI , IN PRIMIS LA CELLULITE E LE SMAGLIATURE ma non vedo SBALZI DI UMORE 🙂 in questo sei tranquilla i tuoi neuroni sono perfettamente funzionanti ,
    Si ogni donna passa per questi step .e no non si scappa tranne se non fai corsa e OCCHIO A NON INGRASSARE ,ALTRIMENTI e il ginecologo stesso a metterti a DIETA anche se sei incinta con TANTO DI MOTO OBBLIGATORIO ,ANCHE SE STAI COLLASSANDO. e quando guardo alcune fare corsa mentre sono incinte mi son fatto dire il motivo ed era quello ,la maggioranza affonda il culo sul divano e la rimane . per i successivi mesi ,almeno cosi credono poi arriva il ginecologo e addio ,
    Sono ironico tragico perche purtroppo molte cose sono vere , e be SARA UN INFERNO si , E ASPETTA DI ARRIVARE AL PARTO PREGHERAI CHE TUTTO FINISCA SUBITO. , e le poppate notturne pannolini FETENTI CHE SEMBRANO BOMBE NUCLEARI . e potrei continuare uf , Non ti ho messo ansia vero Nooooo , ok cazzate a parte penso si capisca che ero puramente ironico perche sul serio SEI UNA TOSTA ,malgrado le mazzate sei andata avanti , E DA QUEL CHE RACCONTI QUESTO NON TI FERMA DI CERTO , e poi hai un marito a cui dare la colpa se ingrassi e vomiti per 9 mesi ,QUINDI HAI IL TUO FETICCIO E CAPRO ESPIATORIO LA BUTTO LI 🙂 😉 .Auguri e hai gia scelto i nomi ?

    Piace a 1 persona

    1. Grazie 🤣🤣🤣 i nomi ancora no, aspetto di capire il sesso, ho qualcosa in mente ma devo trovare il giusto compromesso con mio marito! Tranquillo, sono già ansiosa di mio, nessuno può mettermi più ansia di quanto non faccia io stessa✌️

      "Mi piace"

  6. Auguri, auguri, auguri! Le gravidanze della mia dolce metà furono abbastanza tranquille. La prima essendo nata a settembre comportò una lievitazione ed un rigonfiamento dei piedi esagerato (da 38 portava scarpe 41!), ma per il resto non ricordo drammi veri e propri. Continua a raccontarci!

    Piace a 1 persona

  7. Perfetto be ritieniti fortunata ,una mia amica credeva di aspettare 1 solo figlio e dopo la 5 beta che era ALTISSIMA SCOPRI CHE ERANO GEMELLI , Be maschio o femmina basta che sia sano , il sesso e un po presto anche con la strutturale non si vede , e poi alle volte non e attendibile senza analisi specifiche ,anzi ti suggerisco di sfruttare la cosa e meglio sapere il sesso adesso , oppure di comprare tutta roba neutra .giallino verde acqua arancione chiaro Rosso . in modo da non doverti preoccupare del sesso .
    Spero fari post brevi piu spesso ,sul serio mi stavo strozzando dal ridere ,na tu ansiosa ma quando mai ,SEI LA DONNA PIU TOSTA CHE CONOSCO . e fidati ne conosco TANTE. e meno male altrimenti non saresti iper figa .sai mi sei mancata un casino .trasformi le mie giornate no in giorni si .direi che quando posso ricambio .

    Piace a 1 persona

  8. Ciao, prima di tutto mi ha colpito il tuo modo di parlare, o meglio scrivere. stile ” scaricatore di porto” , come me. Wow!
    Secondo, io ho 44 anni, due figli del demonio di 21 e 18 e mi sento di dirti: i tuoi guai non sono ancora cominciati!
    Ti auguro il meglio, ma vedrai che roba!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.