Gabriele D’Annunzio, uno che è morto più volte di Taylor Forrester

C’è poco da dire: Gabriele D’Annunzio, così come Dante Alighieri, o lo ami alla follia o lo detesti. Durante gli anni del liceo per me valeva la prima che ho detto, e vale tuttora, anche se ammetto che difficilmente riuscirei a rileggere uno dei suoi romanzi e a non soccombere davanti a minuziose descrizioni tipo questa: “(…)Sul divano, alla parete, i versi argentei in gloria … Continua a leggere Gabriele D’Annunzio, uno che è morto più volte di Taylor Forrester

L’Iliade, l’ira di Achille e l’origine del “porca troia”.

Tra Iliade e Odissea io ho sempre preferito la seconda, non tanto per il protagonista, che in realtà mi stava sulle palle, quanto per la varietà delle vicissitudini raccontate. Voglio dire, Ulisse ne ha passate parecchie durante il viaggio di ritorno a Itaca: le Sirene, quel tontolone di Polifemo, e poi Scilla, Cariddi, le cinquanta sfumature con la ninfa X e la maga Y (intanto … Continua a leggere L’Iliade, l’ira di Achille e l’origine del “porca troia”.

Storia di una lettrice accanita e dei suoi “periodi” (no, non quelli mestruali)

Qualche settimana fa Silvia di Ascoltando le figure (qui il link per curiosare sul suo blog, che si occupa principalmente di libri, sia per adulti sia per ragazzi dai 0 ai 14 anni) ha pubblicato un post su Facebook nel quale parlava del momento preciso in cui è diventata una lettrice. Io ovviamente non me lo ricordo, so solo che mi è sempre piaciuto leggere, fin da … Continua a leggere Storia di una lettrice accanita e dei suoi “periodi” (no, non quelli mestruali)